close
Menu

John Deere premiata per le soluzioni di gestione del terreno

Il sistema John Deere Manure Sensing utilizza la tecnologia del vicino infrarosso (NIR) del sensore HarvestLab 3000 per misurare i valori dei nutrienti durante l'applicazione dei liquami. Questa avanzata tecnologia è stata premiata con un riconoscimento speciale dalla giuria del premio europeo Land and Soil Management sotto gli auspici della Commissione Europea (DG Environment and the Joint Research Centre) in collaborazione con la University of Natural Resources and Life Sciences (BOKU) di Vienna.
Il premio Land and Soil "Special Recognition" è stato assegnato il 9 aprile durante l'evento del Forum for Agriculture (FFA) indetto dalla European Landowners’ Organization (ELO) a riconoscimento dell'importanza della tecnologia John Deere per la gestione del terreno. La giuria ha in particolare sottolineato la validità di questa soluzione, in grado di proteggere efficacemente l'integrità del terreno. HarvestLab 3000 offre agli agricoltori e ai contoterzisti una nuova tecnologia finalizzata a una gestione più sostenibile del ciclo dei nutrienti e a migliorare l'efficienza nell'uso dei fertilizzanti. Il suo scopo è quello di prevenire la sovra o sotto fertilizzazione misurando costantemente i valori dei nutrienti durante l'applicazione dei liquami grazie all'analisi dei loro componenti. John Deere Manure Sensing consente agli agricoltori di calibrare l'apporto di  azoto, fosforo e potassio sulla base di un target predefinito di nutrienti e/o di una dose massima in kg/ha. I nutrienti e il volume totale applicato sono documentati dal sistema, che è inoltre in grado di utilizzare mappe di prescrizione per specifico appezzamento.
Questo ambito premio riconosce il grande valore del lavoro di agricoltori, università e aziende private identificando e promuovendo le soluzioni premiate come buone pratiche a livello europeo, aumentando inoltre la conoscenza delle modalità di gestione conservativa dei terreni a livello locale, nazionale ed europeo e incoraggiando gli agricoltori ad evolvere ulteriormente le loro modalità di lavoro per mezzo di un approccio sostenibile.
"A nome della Commissione Europea voglio congratularmi con John Deere per questa avanzata tecnologia e i suoi risultati", ha dichiarato Daniel Calleja Crespo, Direttore Generale per l'Ambiente della Commissione Europea. "È esattamente questo il tipo di tecnologie che l'Unione Europea intende promuovere, e che ispirerà le nostre politiche per un'agricoltura più sostenibile".
La European Landowners’ Organization (ELO) è una federazione di associazioni nazionali dell'area UE28 che rappresenta gli interessi dei proprietari terrieri a livello politico europeo. Fra i suoi compiti istituzionali rientrano la conservazione e protezione dell'ambiente, la promozione delle energie rinnovabili e l'uso responsabile delle risorse naturali.